Piemonte: agevolazioni per imprese del commercio

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Piemonte: agevolazioni per imprese del commercio in forma di finanziamenti a tasso agevolato per innovazione e sviluppo aziendale. 

CommercialiL’obiettivo del bando è quello di sostenere gli investimenti per la creazione o sviluppo delle micro e piccole imprese nel settore del commercio.

BENEFICIARI

Possono accedere al bando le micro e piccole imprese del commercio iscritte al registro imprese e con un’unità locale attiva in Piemonte. La sede destinataria dell’intervento deve avere un codice ATECO all’interno della classe G (45.1, 45.2, 45.3, 46.1, 47.1, 47.2, 47.4, 47.5, 47.6, 47.7, 47.8) o della classe I (56.1, 56.2, 56.3).

INIZIATIVE AGEVOLABILI

Sono agevolabili piani di investimento, da parte di imprese del commercio, di importo minimo pari a € 20.000 per:
- innovazione gestionale e tecnologica;
- introduzione di un sistema di qualità certificabile;
- formazione e aggiornamento professionale;
- costituzione di nuove imprese o apertura di nuovi punti vendita;
- rinnovo di attrezzature e impianti e/o realizzazione di opere murarie in generale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i costi sostenuti nel periodo compreso tra la data di presentazione telematica della domanda e quella di fine progetto (12 mesi dalla data di firma del contratto). Sono allo stesso modo considerati ammissibili i costi sostenuti entro i 6 mesi precedenti la data di presentazione della domanda telematica, nel limite massimo del 50% dell’investimento complessivo.

Sono ammessi i seguenti costi sostenuti da imprese del commercio (al netto di IVA):
I. Apparecchiature informatiche e relativi programmi applicativi;
II. Creazione o aggiornamento di siti web, entro il limite massimo di € 2.500,00;
III. Consulenza per l’adozione di sistema di qualità certificabile;
IV. Consulenza per la formazione e l’aggiornamento professionale, sia dei dipendenti sia dell’imprenditore;
V. Spese finalizzate alla costituzione di “nuova impresa” e relativa assistenza tecnica (per un importo non superiore al 35% dell’investimento complessivo ammissibile);
VI. Macchinari, attrezzature, impianti e arredi;
VII. Acquisto di automezzi per trasporto di cose;
VIII. Opere edili e impianti generici;
IX. Opere edili e impianti per abbattimento barriere architettoniche e/o adeguamento dei servizi igienici ai portatori di handicap;
X. Riqualificazione e potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza;
XI. Acquisto immobili strumentali, compresi i magazzini (al max il 50% del valore degli immobili, ad eccezione dell’acquisto effettuato da parte di imprenditori commerciali che siano già conduttori dell’immobile stesso, per i quali è prevista la finanziabilità dell’intero importo);
XII. Acquisto di scorte (al max 20% dell’investimento complessivo)
XIII. Commissioni di garanzia, per un limite massimo di € 1.500,00.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato fino a copertura del 100% delle spese ammissibili, composto da una quota di fondi regionali, a tasso zero (fino ad un massimo di € 150.000, € 75.000 per le nuove imprese) e da una quota di fondi bancari a tasso convenzionato.
La durata del finanziamento è di 60 mesi, comprensivi di eventuale pre-ammortamento di 6 mesi
È obbligatorio l’intervento di un Consorzio o Cooperativa di Garanzia Fidi per almeno il 50% dell’investimento
.

Termine per la presentazione delle domande: il bando è a sportello e rimarrà attivo fino all’esaurimento delle risorse.

….

….

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

Condividi questa pagina



Bandi di Finanziamento in evidenza