Finanziamenti progetti investimento e sviluppo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Erogazione di finanziamenti con l’obiettivo di supportare le imprese, nella realizzazione di progetti di investimento e sviluppo, sostenendo il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale, la patrimonializzazione dell’impresa e/o l’incremento/mantenimento dell’occupazione e/o l’efficientamento energetico.

BENEFICIARIPiemonte 2013 - Finanziamenti progetti investimento e sviluppo

Possono presentare domanda di partecipazione al bando le piccole e medie imprese, comprese le cooperative, che:
• siano iscritte al Registro delle Imprese;
• abbiano un codice ATECO primario attivo;
• abbiano almeno un’unità locale produttiva attiva e localizzata in Piemonte;
• non siano classificabili come imprese in difficoltà secondo la normativa comunitaria.

INVESTIMENTI FINANZIABILI

Il bando finanzia investimenti di importi non inferiori a 150.000 euro riguardanti le seguenti due linee di intervento:

• Linea A:
◦ Investimenti produttivi (almeno il 40% dell’importo totale delle spese ammissibili);
◦ Investimenti immobiliari;
◦ Capitale circolante connesso all’espansione commerciale (con un limite del 20% dell’importo totale delle spese ammissibili).

•  Linea B:
◦ necessariamente: acquisizione e trasferimento di azienda o di ramo di azienda (la semplice acquisizione di azioni di un’impresa non è considerata ammissibile all’agevolazione);
◦ eventualmente: tutte le iniziative previste dalla linea A.

Il bando prevede tre ambiti di premialità per la concessione dei contributi che garantiscono un’intensità maggiore di intervento di fondi BEI:

  1. ambito occupazionale: viene assegnato alle iniziative che, oltre al progetto principale, prevedono un incremento occupazionale e/o la trasformazione di contratti di lavoro a tempo determinato – o di contratti atipici – in contratti a tempo indeterminato;
  2. ambito patrimoniale: viene assegnato alle iniziative che, oltre al progetto principale, prevedono un aumento del capitale sociale dell’impresa beneficiaria almeno pari al 25% dell’importo dell’agevolazione concessa;
  3. ambito energetico: assegnato alle iniziative che, oltre al progetto principale, prevedono ricadute oggettivamente misurabili e dimostrabili in termini di incremento di efficienza energetica dell’unità locale oggetto dell’intervento. Nello specifico:
    • installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento per la produzione simultanea di energia termica e di energia elettrica e/o meccanica;
    • interventi finalizzati all’incremento dell’efficienza energetica nei processi produttivi;
    • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale piemontese oggetto dell’investimento.

SPESE AMMISSIBILI

I costi ammissibili – al netto di Iva – riguardano:

• Linea A:

  • Macchinari, impianti, linee di produzione, attrezzature;
  • Hardware, software e programmi informatici specifici e dedicati all’attività d’impresa;
  • Acquisto o costruzione di immobili da destinare all’attività primaria svolta dall’impresa richiedente;
  • Opere murarie e assimilate (escluse le bonifiche);
  • Capitale circolante connesso all’espansione commerciale;
  • Costi di revamping se inseriti a cespiti.

• Linea B:

  • Costo di acquisizione o trasferimento di azienda o di ramo di azienda;
  • Costo di affitto di azienda o di ramo di azienda (canoni di locazione), esclusivamente se in conto acquisto e se finalizzato alla successiva acquisizione (entro 24 mesi dalla data di concessione del finanziamento);
  • eventuali costi per nuovi investimenti o per il fabbisogno di circolante, nel rispetto delle voci e delle regole previste per la linea A.
AGEVOLAZIONE

Le imprese che rispettano i requisiti richiesti dal bando, potranno accedere ad un finanziamento a copertura del 100% delle spese ammissibili, avente le seguenti caratteristiche:

- è composto da una quota di fondi BEI e da una quota di fondi bancari, ripartite sulla base della presenza degli ambiti di premialità;
-
alla quota di fondi BEI è applicato un tasso di interesse fisso annuo, ancorato al tasso applicato da BEI a Finpiemonte;
-
alla quota di fondi bancari è applicato un tasso di mercato;
-
durata massima di 6 anni, con ammortamento a rate trimestrali;
-
la quota massima finanziabile con fondi BEI è di 2 milioni di euro;
-
per la linea B, solo sulle spese di acquisto/affitto di azienda o ramo d’azienda, l’intervento massimo di fondi BEI è pari a 1 milione di euro.

Termine per la presentazione delle domande: 30/01/2014

Le domande di partecipazione devono essere inviate telematicamente, dalle ore 9.00 del 24 settembre 2013 e fino alle ore 17.00 del 8 novembre 2013, compilando il modulo presente sul sito www.finpiemonte.info . La domanda su supporto cartaceo dovrà essere inviata, entro 5 giorni lavorativi dall’invio telematico, tramite raccomandata A/R o corriere espresso al seguente indirizzo:

Finpiemonte S.p.A.
Galleria San Federico, 54
10121 – Torino

….

.

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

Condividi questa pagina

Tags: ,



Bandi di Finanziamento in evidenza