Contributi progetti di ricerca congiunti nel Veneto

17 ottobre 2012
Veneto
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Contributi per progetti di ricerca congiunti, finalizzati ad arricchimento in termini di innovazione e sviluppo, sulla base di programmi di interesse comune che prevedano il coinvolgimento di ricercatori e l’utilizzo di conoscenze, strutture ed attrezzature.

BENEFICIARI

Dipartimenti ed i Centri di ricerca dell’Ateneo veronese, le Imprese e gli Enti pubblici e privati.

I progetti dovranno essere realizzati da uno o più Dipartimenti e/o Centri di Ricerca dotati di autonomia finanziaria, congiuntamente con almeno una o più imprese e/o Enti pubblici o privati.

INVESTIMENTI FINANZIABILI

 I progetti congiunti dovranno avere ad oggetto una o più delle seguenti misure:
a) Attività di ricerca miranti alla messa a punto di nuovi prodotti/servizi/processi/metodi/modelli (Ricerca Applicata/Industriale);
b) Attività di studio e ricerca teorico-sperimentale miranti alla realizzazione di prototipi e/o impianti pilota o dimostrativi (Sviluppo Pre-competitivo);
c) Attività di studio e ricerca che mirano all’ampliamento delle conoscenze scientifiche e tecniche e più in generale della cultura, non necessariamente connesse a specifici ed immediati obiettivi industriali o commerciali (Ricerca di Base);
d) Innovazione delle strutture di ricerca universitarie che richiedono rilevanti investimenti in attrezzature di comune interesse.

SPESE AMMISIBILI

Gli unici costi ammissibili saranno i seguenti:
- Materiale inventariabile: in questa voce verranno incluse le attrezzature e le strumentazioni ed il software acquistati sul mercato;
- Spese per le attività di ricerca e sviluppo: In questa voce ricadono l’acquisto di libri/volumi/articoli/ e/o le spese per le pubblicazioni (ISSN/ISBN/DOI) inerenti il progetto nonché la realizzazione di questionari, oltre a materie prime, componenti, semilavorati, materiali commerciali, materiali da consumo specifico (per esempio reagenti), spese per studi clinici, spese per colture ed allevamento (es. per ricerche di interesse agrario), oltre alle strumentazioni utilizzate per la realizzazione di prototipi e/o impianti pilota.
- Personale a contratto: questa voce comprenderà il costo che verrà sostenuto per le attivazioni/rinnovi di borse di dottorato (in via sperimentale da attribuire ai soli iscritti al XXVIII e XXIX ciclo), borse ed assegni di ricerca e ogni altra forma di collaborazione possibile ai sensi di legge tenuto conto della regolamentazione di Ateneo. I partner diversi dall’Ateneo potranno attivare prestazioni occasionali e contratti di lavoro a progetto, nonché co-finanziare direttamente le strutture preposte attraverso contributi per borse di dottorato e borse ed assegni di ricerca avvalendosi (ai sensi di legge) degli eventuali sgravi fiscali previsti
- Servizi esterni: devono far riferimento a prestazioni, anche occasionali, esclusivamente di carattere scientifico. Il loro costo sarà determinato in base alla fattura/parcella/notula.
- Missioni: in questa voce rientrano tutte le spese sostenute per missioni inerenti il progetto;
- Organizzazione convegni/seminari: si intende l’organizzazione di eventi scientifico-informativi finalizzati alla presentazione dei risultati della ricerca. A titolo indicativo sono comprese le spese relative a: affitto ambienti, compensi per relatori esterni, catering, pubblicazioni di atti del convegno, gadget, servizi logistici, agenzie di comunicazione, ecc.;
- Attività di trasferimento tecnologico e valorizzazione della proprietà intellettuale: questa voce comprenderà i costi sostenuti per la predisposizione di domande di brevetto (ricerca di anteriorità, deposito nazionale, PCT, ecc., attività di licensing, ecc.) fino ad un massimo di 5.000,00 Euro e/o la costituzione di spin off accademici fino ad un massimo di 5.000,00 Euro a progetto (studi di settore e fattibilità, business plan, piano di marketing, consulenza per la stesura atto costitutivo, statuto e patti parasociali, spese notarili, ecc.);
- Costo del personale accademico: questa voce, utile per la determinazione del costo figurativo imputabile a cofinanziamento del progetto di ricerca congiunto, verrà calcolata d’ufficio dall’Ateneo fino alla concorrenza del 20% di cofinanziamento e potrà comprendere il personale con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato dipendente dall’Ateneo che risulti direttamente impegnato nelle attività di ricerca (es. ordinario, associato, ricercatore, borsista, assegnista, dottorando, specializzando, tecnico di laboratorio, ecc.

AGEVOLAZIONE

Il cofinanziamento complessivo assicurato dall’Università non potrà superare il 50% del costo totale del progetto.  Il finanziamento richiesto per ciascun progetto non può essere inferiore a 25.000,00 euro e superiore a 50.000 euro.

Termine per la presentazione delle domande: 19/11/2012.

Le proposte di progetto dovranno essere redatte utilizzando il modulo on line predisposto dall’Area Ricerca – Liaison Office dal sito internet di Ateneo entro le ore 12 del 19 novembre 2012

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

Condividi questa pagina

Tags:



Bandi di Finanziamento in evidenza