Contributi a fondo perduto valorizzazione patrimonio storico/culturale

9 settembre 2014
Veneto
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Concessione di contributi a fondo perduto agli enti pubblici  e privati senza scopo di lucro che realizzeranno interventi per l’ammodernamento e la valorizzazione del patrimonio storico/culturale del Veneto.

ID-1009793BENEFICIARI

Possono richiedere i contributi enti locali, istituzioni pubbliche, istituzioni private, organismi associativi di volontariato in possesso, a pena d’inammissibilità, dei seguenti requisiti:

- sede legale in Italia ed almeno una sede operativa nel Veneto; la sede operativa, formalmente riconosciuta dal soggetto proponente, dovrà essere obbligatoriamente e fattivamente coinvolta nell’ideazione e/o realizzazione del progetto;

- statuto e/o atto costitutivo redatto nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata;

- assenza di finalità di lucro, in base alla dichiarazione a firma del legale rappresentante.

INIZIATIVE AGEVOLABILI

Sono ammissibili i seguenti interventi senza scopo di lucro:

- interventi culturali che prevedano un piano di diffusione sul territorio dei risultati del progetto;

- interventi di restauro che hanno ad oggetto forti e fortificazioni, manufatti ed edifici civili di particolare valore storico-architettonico, quali mura cittadine, torri, palazzi, ecc., beni artistici mobili di particolare valore storico-artistico, quali dipinti, statue, sculture;

- interventi integrati che prevedano attività di restauro e di formazione.

SPESE AMMISSIBILI

Saranno ritenute ammissibili solo le spese specificamente necessarie alla realizzazione dell’iniziativa per la quale è richiesto il contributo. Le spese dovranno essere sostenute dal beneficiario durante la fase di realizzazione dell’iniziativa e nel caso di regime fiscale con IVA detraibile, i relativi importi dovranno essere indicati al netto dell’IVA.

AGEVOLAZIONE

L’ente contribuirà al finanziamento dei progetti ammissibili nella misura richiesta dal proponente fino ad un massimo dell’80% dei costi preventivati e considerati ammissibili. Il finanziamento regionale non potrà comunque superare i seguenti importi massimi:

- per gli interventi d’investimento (restauri), € 25.000,00;

- per gli interventi culturali, € 25.000,0

Termine per la presentazione delle domande: 06/10/2014

….

….

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

 

Condividi questa pagina



Bandi di Finanziamento in evidenza