Contributi a fondo perduto nuove imprese nel Veneto

27 settembre 2012
Veneto
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Contributi a fondo perduto nel Veneto per la costituzione di nuove imprese individuali, società, anche cooperative, e per consolidare l’attività delle imprese esistenti.

Contributi a fondo perduto per nuove imprese nel VenetoBENEFICIARI

Beneficiari degli interventi sono le PMI (Imprese individuali, società cooperative, società di persone e società di capitali), aventi sede operativa nel territorio della Regione del Veneto. Sono escluse le aziende agricole in quanto le stesse possono beneficiare di contributi per analoghi interventi nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale.
L’ambito territoriale di applicazione risulta essere costituito dalle aree appartenenti alla Rete Ecologica Europea Natura 2000 ricadenti all’interno dei confini amministrativi della Regione del Veneto. Questa rete si compone di ambiti territoriali designati come Siti di Importanza Comunitaria (S.I.C.), che al termine dell’iter istitutivo diverranno Zone Speciali di Conservazione (Z.S.C.), e Zone di Protezione Speciale (Z.P.S.).

INVESTIMENTI FINANZIABILI

Sono ammissibili le seguenti tipologie di investimento:

Investimenti strutturali: a) opere edili relative ad interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di fabbricati esistenti, ricadenti in aree Natura 2000, destinate a sostenere una fruizione sostenibile (es. creazione di aule didattiche, laboratori di educazione ambientale, alloggi per escursionisti); b) acquisto di fabbricati in aree Natura 2000 per i quali sia previsto un intervento di ristrutturazione o manutenzione straordinaria ed aventi le destinazioni indicate al punto precedente; c) impianti generali (idrico-sanitario, riscaldamento, condizionamento); d) sistemazione e riqualificazione di aree esterne, anche degradate, ricadenti nei Siti Natura 2000 direttamente collegate all’attività dell’impresa con creazione di giardini botanici, aree a verde e/o aree naturaliformi;

Acquisti: e) acquisto di attrezzature/arredo, beni strumentali e relative spese di trasporto e di installazione; f) acquisto di attrezzatura specialistica per implementare attività di visitazione sostenibile e didattica di gruppo nelle aree naturali (es. bici, ciaspole, canoe, kayak, raft, ecc.). I suddetti beni dovranno essere strettamente funzionali alla realizzazione del progetto ed adeguatamente registrati ed inventariati; g) acquisto di dispositivi informatici portatili con relativo software applicativo per visitazione siti naturalistici e/o per acquisizione di dati geografico informativi del sito; h) acquisto mezzi atti al trasporto delle attrezzature specialistiche di cui al punto precedente con esclusione delle autovetture; i) acquisto di mezzi atti al trasporto di persone per implementare attività di visitazione didattica di gruppo nelle aree naturali con esclusione delle autovetture (es. minibus e pulmini verdi, mezzi per disabili); j) acquisto, sostituzione o riconversione di piccole imbarcazioni da destinare al trasporto dei fruitori in aree lacuali, fluviali e/o lagunari e se a motore dotate di propulsione elettrica;

Investimenti immateriali: k) progettazione e direzione lavori, nel limite massimo del 10% del costo totale dell’investimento; l) brevetti e licenze d’uso; m) acquisto di software ed eventuale relativo addestramento e formazione del personale; n) consulenze per l’organizzazione aziendale (non a carattere continuativo).

Attività promozionali: o) predisposizione di azioni coordinate di pubblicizzazione di proposte di fruizione ambientale, anche tematiche, purché realizzate in accordo con l’Ente gestore dell’area naturale; p) realizzazione di attività di informazione per personale impiegato nelle azioni di valorizzazione delle aree naturali (es. accompagnatori, guide, ecc.).

AGEVOLAZIONE

Nel caso di interventi di cui alla lettera b) la voce relativa all’acquisto degli immobili non potrà superare il 50% dell’importo del contributo e quindi il contributo massimo per il solo acquisto non potrà superare euro 100.000,00.
I contributi per quanto attiene gli interventi infrastrutturali lettera d) sono concessi nella misura del 70% della spesa ammessa nel limite massimo di euro 100.000.
I contributi per quanto attiene gli acquisti sono concessi nella misura del 60% della spesa ammessa per la realizzazione del progetto, i contributi sono comunque concessi nel limite massimo di euro 40.000.
Le spese previste per gli interventi di cui alle lettere e), f) e g) non possono comunque superare il 50% del totale dell’intervento.
I contributi per quanto attiene la realizzazione delle attività promozionali e la formazione sono concessi nella misura del 60% della spesa ammessa ed effettivamente sostenuta per la realizzazione del progetto, i contributi sono comunque concessi nel limite massimo di euro 40.000.

Termine per la presentazione delle domande: 15/10/2012.

I soggetti interessati devono far pervenire le domande di ammissione al contributo con la relativa documentazione allegata entro e non oltre il 15 ottobre 2012 a mezzo raccomandata A.R. indirizzate a:

Regione del Veneto
U.P Foreste e Parchi Via Torino, 110
30172 Mestre – VE

 

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

 

 

Condividi questa pagina

Tags:



Bandi di Finanziamento in evidenza