Bando Start Up 2017 Regione Lombardia

9 gennaio 2017
Lombardia
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

La Regione Lombardia vuole sostenere anche nel 2017 le Start Up e gli aspiranti imprenditori attraverso contributi e finanziamenti agevolati.

Il bando Start Up, rinnovato anche per il 2017, supporta la nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l’offerta di servizi, sia attraverso interventi di micro-finanza.

start upSOGGETTI BENEFICIARI

• Micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro Imprese da meno di 24 mesi con sede operativa attiva in Lombardia;
• Aspiranti imprenditori, che completano l’iscrizione al registro delle imprese di una delle CCIAA della Lombardia, entro 90 gg dal decreto di approvazione;
• liberi professionisti o aspiranti tali, che l’abbiano avviata da non più di 24 mesi in uno dei Comuni della Lombardia o che intendano avviarla entro 90 gg dal decreto di approvazione.

INIZIATIVE AGEVOLABILI 

Sono agevolabili al bando Start Up le nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego, che prevedano investimenti ammissibili uguali o superiori a 41.700 euro. I progetti devono aver ricevuto uno o più endorsement, ossia una dichiarazione a supporto della qualità dell’idea imprenditoriale/professionale oggetto della domanda di partecipazione al Bando. L’endorsement deve essere rilasciato da:
- associazioni di categoria, camere di commercio, incubatori pubblici o privati certificati;
- soggetti privati: clienti o fornitori attuali o potenziali del soggetto richiedente, soggetti operanti nel medesimo settore professionale di quest’ultimo.

SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro 18 mesi dall’approvazione del progetto. In particolare sono ammesse le spese per:
a) nuovo personale, assunto dopo la presentazione della domanda (max 30% delle spese totali ammissibili);
b) acquisto di attrezzature, hardware, macchinari, impianti, arredi;
c) acquisto di beni immateriali (marchi e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, licenze di produzione di know
how e di conoscenze tecniche non brevettate, costi di prototipazione);
d) licenze di software (max 20% delle spese totali ammissibili);
e) servizi di consulenza, non riferiti all’ordinaria amministrazione (max 25% delle spese totali ammissibili);
f) affitto dei locali della sede operativa (max dodici mensilità all’interno della durata di progetto);
g) acquisto delle scorte (max 10% delle spese totali ammissibili);
h) spese generali forfettarie (massimo del 15% delle spese di personale alla voce a).

AGEVOLAZIONI

L’agevolazione dal bando Start Up sarà a copertura del 60% della spesa complessiva ammissibile, e potrà variare da un minimo di euro 25.000 fino ad un massimo di euro 65.000.
L’agevolazione è composta da:
- un contributo a fondo perduto (10% dell’agevolazione concessa)
- un finanziamento a tasso zero (90% dell’agevolazione concessa).
Per progetti ad elevata innovatività e contenuto tecnologico (coerenti con la strategia di specializzazione) e per i progetti presentati da giovani, l’agevolazione sale al 65% della spesa complessiva ammissibile. 

Termine per la presentazione delle domande: è possibile presentare le domande fino ad esaurimento fondi.

….

….

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

Condividi questa pagina

Tags: , , , ,



Bandi di Finanziamento in evidenza