Agevolazioni imprese giovanili

5 settembre 2014
Sicilia
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Email

Agevolazioni a sostegno dell’imprenditoria giovanile finalizzati alla promozione di imprese innovative, competitive ed orientate al mercato..

BENEFICIARI

Le agevolazioni previste mirano a favorire la nascita di nuove imprese e lo sviluppo di quelle esistenti costituite dai giovani, mediante il finanziamento di progetti inerenti diversi settori volti alla produzione ed allo scambio di beni e/o servizi di utilità sociale.

L’avviso è rivolto ai giovani, in forma singola o associata, residenti/domiciliati nel territorio della Regione Sicilia. In particolare possono accedere ai benefici le seguenti categorie:

Nuova impresa
I giovani candidati devono avere un’età compresa tra 18 e 36 anni.
In caso di ammissione a contributo, i beneficiari si impegnano a costituirsi in un nuovo soggetto giuridico nel territorio regionale, a propria scelta tra: società di persone, società a responsabilità limitata e società cooperativa (purché idoneo a realizzare le attività previste dal progetto proposto) ed a iscriversi nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente.

Sviluppo di impresa
Possono presentare domanda le imprese quali società cooperative, società di persone e di capitali già costituite e che al momento della pubblicazione del presente Avviso siano in possesso dei seguenti requisiti:
•compagine sociale composta per la maggioranza numerica e di quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 anni e i 36 anni;
•sede operativa nel territorio della regione Sicilia;
•di micro e piccola dimensione;
•essere regolarmente costituite e iscritte al Registro delle imprese.

INIZIATIVE AGEVOLABILI

Le iniziative possono essere sviluppate in partnership con enti locali, scuole, università, imprese e altri attori sociali che possono sostenerne l’attività in vari modi nella fase di avvio e sviluppo dell’impresa.

Sono ammissibili i progetti di investimento e sviluppo, finalizzati a creare e/o incrementare l’offerta di beni e servizi di utilità sociale. Per utilità sociale si intendono quei beni/servizi prodotti o scambiati nel settore dell’assistenza sociale, dell’assistenza sanitaria, dell’assistenza socio-sanitaria, dell’educazione, istruzione e formazione; della tutela dell’ambiente; della valorizzazione del patrimonio culturale; del turismo sociale; della formazione universitaria e post-universitaria; della ricerca ed erogazione di servizi culturali; della formazione extra-scolastica, servizi strumentali alle imprese sociali, inserimento lavorativo di lavoratori svantaggiati e lavoratori disabili.

Particolare rilevanza sarà data ai progetti che prevedono l’utilizzo delle nuove tecnologie per favorire l’accesso ai propri beni e servizi in modo più efficace ed efficiente.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese riconosciute sono quelle sostenute successivamente all’ammissione ai benefici, che riguardano:
•la costituzione di nuove imprese;
•garanzia fideiussoria (ove necessaria per richiedere l’erogazione dell’anticipo del finanziamento concesso);
•beni strumentali quali macchinari, impianti ed attrezzature di varia natura (compresi gli arredi), programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, brevetti, licenze;
•adeguamento funzionale e/o ristrutturazione dei locali destinati all’attività produttiva);
•consulenza;
•comunicazione e pubblicità;
•gestione direttamente collegate al ciclo aziendale (affitti, utenze, costo del personale e dei soci operativi lavoratori, materie prime, materiale di consumo, polizze RCT, etc.).

I progetti devono prevedere una spesa complessiva compresa tra 15.000 e 200.000 euro.

AGEVOLAZIONE

E’ previsto un contributo, a titolo de minimis, pari al 90% dell’investimento totale, fino ad un importo massimo di 50.000 euro.

I soggetti ammessi potranno beneficiare di servizi reali consistenti in attività di formazione, qualificazione, assistenza e affiancamento degli aspiranti imprenditori attraverso specifiche giornate di workshop organizzate dal Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali in collaborazione con università, banche e ordini professionali e di categoria ecc.

Termine per la presentazione delle domande: 03/11/2014.

Le istanze di contributo devono essere presentate a mano o a mezzo raccomandata alla Regione Sicilia – Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali – Servizio 6 – U.O. 1 – Via Trinacria nn. 34/36, Cap 90144 – Palermo, entro le ore 12,00 del 3 novembre 2014.

 

….

.

COMPILA IL MODULO PER IL FINANZIAMENTO, SCEGLI TRA:

PRIVATI IMPRESE
Modulo finanziamenti per apertura nuove attività Modulo per ditte individuali e società già costituite

.

 

Condividi questa pagina

Tags:



Bandi di Finanziamento in evidenza